Skip links
Published on: VG

16 Agosto 1779

Canale della Manica. 31000 soldati francesi e spagnoli sono pronti allo sbarco in Inghilterra. Le due potenze borboniche (i Borboni sono presenti all’epoca al trono di Francia con Luigi XVI, al trono di Spagna con Carlo III, al trono del regno delle Due Sicilie con Ferdinando IV, e al trono del Ducato di Parma con Ferdinando I di Parma) si sono di fatto alleate per trarre vantaggio della temporanea debolezza inglese. I britannici sono infatti impegnati su piu’ fronti in tutto il mondo e sul fronte interno con le rivolte in Irlanda. I soldati sono concentrati a St Malo’ e Le Havre per sbarcare a Portsmouth. I franco-spagnoli hanno la supremazia marittima sul canale. Gli inglesi sono sulla difensiva e organizzano il contrattacco nell’entroterra. Il crescendo raggiunge l’apice a meta’ agosto quando il re inglese e i franco-spagnoli ritengono lo scontro fra le flotte inevitabile. 45 navi da guerra inglesi fra cui la Arrogant, la St Albans, la Isis, la Blenheim, la Amelia si radunano per affrontare la flotta nemica composta da una 65 – 85 navi. Grazie alle condizioni atmosferiche ed a uno scarso coordinamento dei franco-spagnoli il combattimento e lo sbarco non avverra’ mai. Ma ancora per settimane gli inglesi vivranno nella paura dell’invasione, ignari delle decisioni prese dal nemico.