Skip links

Cs

BigBang+10^(10^120)anni

BigBang+10^(10^120)anni

Tags

L’universo (se fosse stabile per tutto questo tempo – e non abbiamo ragione di credere lo sia – e infinito nella dimensione spaziale – e potrebbe benissimo esserlo) e’ abbastanza vecchio per avere il 50% di probabilita’ che ci raggiunga la luce di un oggetto

BigBang+10^(10^30)anni

BigBang+10^(10^30)anni

Tags

L’universo (se fosse stabile per tutto questo tempo – e non abbiamo ragione di credere lo sia – e infinito nella dimenzione spaziale – e potrebbe benissimo esserlo) e’ abbastanza vecchio per avere il 50% di probabilita’ che ci raggiunga la luce di un oggetto

BigBang+10^(10^28)anni

BigBang+10^(10^28)anni

Tags

L’universo (se fosse stabile per tutto questo tempo – e non abbiamo ragione di credere lo sia – e infinito nella dimensione spaziale – e potrebbe benissimo esserlo) e’ abbastanza vecchio per avere il 50% di probabilita’ che ci raggiunga la luce di un essere

BigBang+10^98anni

BigBang+10^98anni

Tags

Evaporano anche gli enormi Buchi Neri galattici di massa originale pari a diversi miliardi di masse solari, come quello che giaceva al centro di Milkomeda, la galassia nata dalla fusione della (nostra) Via Lattea e di Andromeda.

fra 20 MLD anni

fra 20 MLD anni

Tags

Nella teoria concepita nel 2003 da Robert Caldwell la forza dell’energia oscura cresce cosi’ drammaticamente che ben presto disgrega la materia stessa fino al Grande Strappo (Big Rip) fra 20 miliardi di anni. La Teoria non trova molto credito nell’ambiente scientifico.

fra 6.3 MLD anni

fra 6.3 MLD anni

Tags

Il nucleo del Sole finisce l’Elio. La gravita’ ha la meglio e provoca un nuovo collasso del nucleo innescando fusioni violente e instabili. Avvengono una serie di 4 convulsioni, ognuna separata da 100 mila anni. Il Sole raggiunge la spaventosa luminosita’ di 5200 volte quella

fra 6.2 MLD anni

fra 6.2 MLD anni

Tags

Il nucleo del Sole si comprime e si riscalda fino a 100 milioni di gradi. Il calore si espande negli strati piu’ esterni trasformandolo in una gonfia gigante rossa 250 volte piu’ grande e 2700 volte piu’ luminoso di oggi. La Terra arriva a lambire

fra 2.10 MLD anni

fra 2.10 MLD anni

Tags

Il Buco Nero centrale della Via Lattea passa da qualche milione a qualche miliardo di masse solari grazie ad una bella scorpacciata di stelle provocata dall’instabilita’ causata dal primo impatto con Andromeda. Eventualmente l’oggetto si trasforma ciclicamente in quasar a fortissima luminosita’ per 10 milioni

fra 2.55 MLD anni

fra 2.55 MLD anni

Tags

Secondo incontro-impatto fra la Via Lattea e Andromeda. A questo punto le due galassie sono un ammasso elissoidale di quasi 1000 miliardi stelle: una galassia ellittica che T.J Cox e Abi Loeb dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics chiamano Milkomeda.

fra 2 MLD anni

fra 2 MLD anni

Tags

Nella fusione della nostra Galassia (Via Lattea) e quella di Andromeda il Sole ha un 12% di probabilita’ di finire nella coda mareale ed essere espulso negli abissi dello spazio intergalattico, un 3% di essere inglobato da Andromeda nei successivi rimbalzi fino alla fusione completa

fra 2 MLD anni

fra 2 MLD anni

Tags

Primo incontro-impatto fra la Via Lattea e Andromeda. La gravita’ da’ origine ad anelli e increspature nella distribuzione delle stelle ed espelle nel vuoto intergalattico un gigantesco arco con piu’ di un miliardo di stelle.

BigBang+13MLD anni

BigBang+13MLD anni

Tags

L’universo, considerato con tempo discreto e materia a struttura quantistica discreta e stati discreti, cioe’ considerato come un gigantesco computer che processa informazioni (qubits) ha processato dal Big Bang circa 10^123 operazioni binarie nei 4E17s disponibili, contiene 10^72 joule di energia (il legame fra energia

fra 1 milione di anni

fra 1 milione di anni

Tags

A 850 anni luce da noi, la (oggi) super-gigante blu Rigel, nella costellazione di Orione, esplode in una spettacolare supernova di tipo II che illumina il cielo notturno sulla Terra come 100 lune piene concentrate in un punto. Prima di Rigel, anche l’altra stella luminosissima

2069

2069

Tags

Il segnale mandato da Yvan Dutil e Stephane Dumas, finanziati dalla societa’ di Houston Encounter 2001 Llc, col radiotelescopio di Evpatoria in Ucraina, raggiunge 4 stelle di tipo solare

19 Novembre 2020

19 Novembre 2020

Tags

Viene annunciata la chiusura del telescopio di Arecibo. Purtroppo i danni causati dal cedimento di alcuni cavi che sorreggono una delle piattaforme sopra il piatto principale, prima questo agosto, e poi ad inizio novembre, non permettono la sicurezza dei lavoratori. Dopo poche settimane in effetti

14 Settembre 2020

14 Settembre 2020

Tags

Venere. Un particolare gas, la fosfina, che sulla Terra è legato a forme di vita anaerobiche viene rilevato sulle nubi che compongono l’atmosfera di Venere. Jane Greaves e colleghi – si legge nella nosta stampa che accompagna la ricerca – hanno osservato Venere con il

12 Marzo 2020

12 Marzo 2020

Tags

Ben 139 corpi planetari minori sono scoperti nella Fascia di Kuiper. Si vanno ad aggiungere ai tremila gia’ conosciuti oggetti trans-nettuniani (TNO – Trans-Neptunian Objects). La scoperta e’ avvenuta attraverso i dati del Dark Energy Survey (DES) al Cerro Tololo Inter-American Observatory in Cile, raccolti

12 Settembre 2019

12 Settembre 2019

Tags

Viene scoperta una evidente traccia di acqua nell’atmosfera di K2-18b, un pianeta di tipo terrestre, che orbita nella zona Goldilocks (Boccoli d’oro), ovvero nella zona attorno alla sua stella con condizioni ambientali di tipo terrestre. Il lead scientist e’ Giovanna Tinetti dell’University College di Londra.

10 Aprile 2019

10 Aprile 2019

Tags

Washington DC. Sheperd Doeleman, della Harvard University e Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, mostra la prima immagine dell’orizzonte degli eventi di un buco nero mai catturata. Si tratta dell’immagine del buco nero di M87, catturata da una rete di radiotelescopi denominata Event Horizon Telescope.

27 Luglio 2018

27 Luglio 2018

Tags

Eclisse totale di Luna, della durata record (nel XXI secolo) di 1h e 43min, con, in contemporanea, Marte, posizionato in cielo vicinissimo alla Luna, in opposizione (massimo diametro in cielo) con l’atmosfera quasi completamente oscurata da una tempesta di sabbia, e anche Giove e Saturno

28 Marzo 2018

28 Marzo 2018

Tags

Si scopre che la galassia NGC 1052-DF2 non ha materia oscura. Si tratta di una galassia ultradiffusa, con massa bassissima. E’ quindi la prima galassia osservata la cui velocita’ orbitale e’ coerente con la forza di gravita attesa dalle sue stelle osservabili. La presenza anche

16 Novembre 2017

16 Novembre 2017

Tags

Pisa. Muore Adalberto Giazotto, fisico italiano, che ha avuto l’intuizione che si potessero realizzare rivelatori di onde gravitazionali sulla Terra, tramite l’utilizzo di enormi interferometri tramite pendoli fermi per ridurre al minimo l’accoppiamento degli specchi col terreno. Interferometri che ricerchino segnali nella regione 10-100Hz, quella

Novembre 2017

Novembre 2017

Tags

iPTF14hls, una supernova bizzarra (o zombie star), continua ad esplodere piu’ volte. La prima conosciuta e’ stata nel 1954, e piu’ volte recentemente nell’arco di 11 settimane. Una possibile spiegazione (Pulsational Pair-Instability Supernovae), ipotizzata da Daniel Kasen, e scoperta da Arcavi, Howell, Birnstein, ipotizza una

2017

2017

Tags

Le due sonde Van Allen, scoprono una terza Fascia di Van Allen, ovvero un terzo toroide (figura geometrica a forma di ciambella) di particelle cariche attorno alla Terra. Ma proprio nei mesi in cui lo stanno osservando, un’eruzione solare lo spazza via del tutto.

26 Ottobre 2017

26 Ottobre 2017

Tags

I dati della sonda Dwarf della NASA permettono di scoprire che probabilmente Ceres (Cerere) aveva, 4 MLD di anni fa, un oceano di acqua liquida che lo ricopriva per intero, ora rimasto in forma fossile come ghiaccio soldio, e con forse uno strato ancora liquido

19 Ottobre 2017

19 Ottobre 2017

Tags

Il telescopio Pan-Starrs1 alle Hawaii scopre un asteroide che proviene dall’esterno del Sistema solare. E’ il primo di questo tipo. Viene prima chiamato 1I/2017U1 e poi battezzato Oumuamua, parola hawaiiana che significa «il messaggero che viene da lontano e arriva per primo». E’ 400m x

Ottobre 2017

Ottobre 2017

Tags

Granada, Andalusia, Spagna. Jose Ortix e il suo team scoprono che Haumea, un Trans-Neptunian Object (TNO) di dimensioni paragonabili a Plutone, ma di forma ellissodiale, ha in effetti degli anelli.

16 Ottobre 2017

16 Ottobre 2017

Tags

Il Virgo italiano sale alla ribalta. Per la prima volta si osservano direttamente le onde gravitazionali e le emissioni di luce da un medesimo evento, e per la prima volta questo evento e’ la fusione di due stelle di neutroni, un evento che implica la

9 Ottobre 2017

9 Ottobre 2017

Tags

Orsay, Francia. Hideki Tanimura e il suo team di astrofisici prova che almeno il 50% della materia mancante (cosidetta materia oscura) e’ presente sotto forma di enormi filamenti di gas caldo che collegano le galassie.

3 Ottobre 2017

3 Ottobre 2017

Tags

Premio Nobel per la Fisica a Kip Thorne, Rainer Weiss, Barry Barish per la scoperta delle onde gravitazionali, a completamento della verifica della Relativita’ Generale di Einstein.

27 Settembre 2017

27 Settembre 2017

Tags

Viene annunciata la scoperta delle onde gravitazionali emesse da un quarto scontro di buchi neri. Stavolta a vederlo e’ anche l’osservatorio Virgo a Pisa. Con la triangolazione con i due osservatori americani in Louisiana e Washington state, si arriva anche ad indentificare il luogo, per

17 Agosto 2017

17 Agosto 2017

Tags

Ligo negli Stati Uniti e Virgo a Pisa, Italia, ricevono e riconoscono l’onda gravitazionale provocata dallo scontro di due stelle di neutroni. Si tratta della prima onda gravitazionale non dovuta alla fusione di due buchi neri. Si trova a ben 130MLN di anni luce.Subito dopo

14 Novembre 2016

14 Novembre 2016

Tags

Supermoon (perigee full moon) particolare. Il diametro della Luna piena e’ 14% piu’ grande della media, la piu’ grande del XXI secolo, e il satellite risulta del 30% piu’ brillante, grazie alla concomitanza del perigeo con la Luna piena. Il prossimo evento simile e’ il

6 Febbraio 2016

6 Febbraio 2016

Tags

Viene confermata la rilevazione sperimentale delle onde gravitazionali. Confermata con livello di confidenza pari a 5.1 sigma, ovvero con lo stesso livello di confidenza con cui si e’ confermata ad esempio l’osservazione del Bosone di Higgs. La voce della scoperta delle onde gravitazionali girava da

13 Settembre 2015

13 Settembre 2015

Tags

Domenica. Al centro di calcolo Atlas del Max Planck Institute ad Hannover, poco prima delle 12. Il fisico italiano Marco Drago (giovane post-doc), responsabile dello studio di alcuni dei dati in arrivo delle due grandi antenne di Ligo negli Stati Uniti ideate per captare le

23 Settembre 2014

23 Settembre 2014

Tags

Il satellite Kepler termina la Campaign 1 di osservazione dei pianeti extrasolari (exoplanets) e inizia la Campaign 2, che estende la missione fino al 2016. Kepler ha scoperto finora 997 pianeti confermati in piu’ di 400 sistemi planetari alieni, e ulteriori 3216 non sono ancora

17 Marzo 2014

17 Marzo 2014

Tags

Antartide. L’esperimento americano BICEP2 sembra confermare sperimentalmente in un solo colpo sia l’inflazione dei primi istanti dell’Universo dopo il Big Bang, sia le Onde Gravitazionali di origine Relativistica. L’esperimento e’ una collaborazione di Harvard – Smithsonian CfA (Centre for Astrophysics), Caltech, Stanford, University of Minnesota.

28 Novembre 2013

28 Novembre 2013

Tags

La cometa ISON transita il perielio attraversando l’atmosfera solare a milioni di gradi. Il corpo della cometa raggiunge migliaia di gradi e va soggetto a tremende forze mareali. La cometa si disintegra e solo una piccola parte sopravvive. Trattandosi di orbita parabolica, e’ la prima

Giugno – Luglio 2013

Giugno – Luglio 2013

Tags

Una enorme nube di gas interstellare arriva vicinissimo al Buco Nero centrale supermassivo della nostra Galassia, la Via Lattea, conosciuto come Sagittarius A (Sgr A), con una buona possibilita’ che parte di essa cada direttamente nella singolarita’. La massa del Buco Nero centrale e’ di

18 Aprile 2013

18 Aprile 2013

Tags

Il team NASA del satellite Kepler annuncia la scoperta di 5 pianeti attorno alla stella. Non si tratta di pianeti qualunque, come gli altri centinaia e centinaia gia’ scoperti da Kepler (praticamente diversi ogni settimana – esiste pure una App gratuita per iPhone che ti

15 Febbraio 2013

15 Febbraio 2013

Tags

Chelyabinsk, Russia. Un meteorite di circa 10000 tonnellate e 15m di diametro sfreccia nell’atmosfera lasciando una intensa scia di vapore e illuminando tutto piu’ del Sole per pochi secondi prima di disintegrarsi. E’ un bolide entrato in atmosfera all’incredibile velocita’ di 18Km/s. 1200 persone rimangono

Ottobre 2011

Ottobre 2011

Tags

Il Herschel Space Observatory rivela che la cometa Hartley 2, proveniente dalla Kuiper Belt, e’ formata in gran parte di acqua con la stessa composizione (firma chimica) di quella degli oceani terrestri. La Hartley 2 e’ la prima cometa della Kuiper Belt a essere investigata

2 Febbraio 2011

2 Febbraio 2011

Tags

Il satellite della NASA Kepler individua il sistema planetario Kepler 11 con ben 6 pianeti orbitanti attorno ad una nana gialla, di cui alcuni di dimensioni paragonabili alla Terra. Il satellite Kepler continua a compiere egregiamente il proprio mestiere scoprendo nuovi eso-pianeti ogni settimana, e

Gennaio 2011

Gennaio 2011

Tags

Il pianeta extra-solare Gj1214b che orbita attorno alla nana rossa Gj1214 nell’Ofiuco, e’ il primo pianeta di tipo terrestre ad avere l’atmosfera analizzata. L’impresa e’ riuscita al ESO-VLT (European Southern – Observatory Very Large Telescope) all’inizio del 2011. Dal transito di fronte alla stella si

Maggio 2010

Maggio 2010

Tags

Il team NASA del Wilkinson Microwave Anisotropy Probe (WMAP) pubblica uno studio basato sugli ultimi sette anni di osservazioni del satellite WMAP. I risultati definiscono con maggiore dettaglio alcune costante, fra cui: l’eta dell’Universo (13.75 miliardi di anni +/- 110 milioni), la costante di Hubble

Dicembre 2009

Dicembre 2009

Tags

Viene scoperto il pianeta extra-solare Gj1214b che orbita attorno alla nana rossa Gj1214 nell’Ofiuco, e’ il primo pianeta di tipo terrestre scoperto. Vi verra’ poi identificata una atmosfera composta soprattutto da vapore acqueo.

Luglio 2009

Luglio 2009

Tags

Un enorme asteroide o cometa di quasi 1Km di diametro si schianta su Giove a 57 gradi Sud, e lascia una macchia scura delle dimensioni dell’Oceano Pacifico. Viene osservato per primo dall’astrofilo australiano Anthony Wesely. L’esplosione e’ stata stimata essere oltre mille volte maggiore di

25 Giugno 2009

25 Giugno 2009

Tags

Frank Postberg dell’Universita’ di Heidelberg, analizzando i dati della sonda americana Cassini, conferma l’esistenza di un oceano di acqua liquida sotto la superficie di Enceladus, satellite di Saturno.

2008

2008

Tags

Col metodo delle velocita’ radiali vengono scoperti altri tre pianeti di tipo terrestre, tutti attorno a HD40307, una stella di tipo solare, pianeti con masse di 4.2, 6.7, 9.4 volte quella terrestre

2008

2008

Tags

Il Telescopio Spaziale Hubble scopre un pianeta che orbita a 120 UA dalla stella Formalhaut e ne traccia il movimento orbitale negli anni

24Marzo 2008

24Marzo 2008

Tags

Ralph Lorenz, del John Hopkins Applied Physics Laboratory in Laurel, Maryland, insieme a colleghi americani e italiani, esaminando i dati radar della sonda Cassini, scopre la presenza di un oceano di acqua e ammoniaca 100Km sotto la superficie ricca di carbonati di Titano

Gennaio 2008

Gennaio 2008

Tags

Uno studio basato sullo Sloan Digital Sky Survey stabilisce che il Sole si trova nella prima di tre cinture stellari che avvolgono il centro galattico; il primo cerchio gira a 800 000 Km/h, il secondo a 80 000 Km/h e il terzo in senso retrogrado